Recensione:
L’isola dal cuore spezzato – Sophie Anderson

La bellezza dei libri di Sophie Anderson è che sono indirizzati ai bambini ma hanno una maturità che li rende fruibili e godibili anche a chi ha qualche anno in più. L’isola dal cuore spezzato non è da meno.
L’isola dal cuore spezzato Sophie Anderson recensione
Morovia è un’isola abitata dagli alkonont, uomini uccello, e da umani dove l’armonia tra i due popoli è ormai solo un lontano ricordo. Infatti il nuovo capitano delle forze armate reputa pericolosa la magia del canto e ha relegato gli alkonont nelle paludi. Questa divisione però ha creato grosse spaccature sociali e anche emotive.

Con estrema delicatezza e facilità, Anderson riesce a mostrare come alla base del razzismo (e di qualsiasi altra forma di discriminazione) ci siano solo paura e ignoranza. È un libro diretto, che non cerca di mostrare la realtà in maniera attutita (anche per altre argomentazioni legate alla storia e molto comuni nella vita tra umani) ma che non graffia né urta il piccolo lettore o la piccola lettrice.

Fanno da cornice delle bellissime illustrazioni che arricchiscono l’esperienza di lettura.

Forse andrebbe letto prima La casa che mi porta via (e non dico altro)!

Consigliato per grandi e piccini. Anche solo per la stupenda copertina 😂

Voto: 8-

Ho ricevuto una copia di questo libro da parte di Rizzoli che ringrazio.


Vuoi commentare questo libro?
Ti aspetto su Instagram: clicca qui!